Massaggio Sportivo – Quando

Massaggio Sportivo – Quando
Ci sono diversi tipi di massaggi sportivi basati su quando si esegue il massaggio in relazione alla competizione:
  • Subito prima della competizione (Pre-Evento)
  • Tra le competizioni dello stesso giorno (Inter-Evento)
  • Subito dopo la competizione (Post-evento)
 

Pre-Evento

Un massaggio pre-evento può essere eseguito in qualsiasi momento, da due giorni fino a subito prima di un evento sportivo. Proprio prima dell’evento è l’ora più comune per questo tipo di massaggio. Di solito, questi massaggi sono più lunghi, circa 10 o 15 minuti, e vengono eseguiti su un tavolo da massaggio o una stuoia. Se l’atleta deve fare un riscaldamento prima di una è necessario eseguire il massaggio innanzitutto, poiché il massaggio può rilassare i muscoli e potrebbe quindi rendere meno efficiente il riscaldamento se fosse eseguito dopo. La maggior parte dei massaggiatori non utilizza l’olio per il massaggio pre-evento, in quanto tutti gli oli possono essere scivolosi e possono creare fastidi all’atleta o interferire con le prestazioni.

Vantaggi

  • Aumento dell’afflusso di sangue Ricevere un massaggio pre-evento aumenta la fornitura di sangue ai muscoli. Questo è importante per i muscoli per essere in grado di ottenere le massime prestazioni durante un intero evento. Il massaggiatore lo eseguirà usando compressioni o movimenti di attrito veloci sull’atleta, tracciando il flusso sanguigno nelle aree desiderate per ottenere prestazioni ottimali.
  • Mobilità articolare Ricevere un massaggio prima di un evento atletico può aiutare l’atleta con la mobilità delle articolazioni, come riporta JSSM.org. Le articolazioni più allungate e flessibili possono essere un vantaggio importante, soprattutto nelle attività in cui è importante essere al limite. Va però notato che questo tipo di massaggio dovrebbe essere usato con cautela negli sport dove la velocità è l’obiettivo finale, in quanto ciò può in realtà rallentare un atleta se il massaggio viene eseguito immediatamente prima dell’evento.
  • Miglioramento dell’approccio mentale Il Massaggio Sportivo fa bene ed è un modo piacevole per rilassarsi prima di un evento. Un atleta non vorrebbe mai essere troppo rilassato prima di un evento e il Massaggio Sportivo infatti può aiutare molto e migliorare l’approccio mentale e l’entusiasmo per l’evento o la performance imminente. Il Massaggio Sportivo può essere molto utile per gli atleti professionisti ma anche per gli atleti amatoriali che devono affrontare un impegno importante.
  • Stretching muscolare Un Massaggio Sportivo ben eseguito può sostituire il classico riscaldamento pre gara e può ottenere la maggior parte degli obiettivi che si pone il classico riscaldamento sul campo. Il Massaggio Sportivo pre evento è utile per allungare i tessuti in preparazione di una gara o di qualunque prestazione atletica.

Tecnica post-evento

Tutte le tecniche dovrebbero essere eseguite con un ritmo di progressivo. L’obiettivo di questo tipo di Massaggio Sportivo non è quello di rilassare l’atleta prima della gara, quindi mantenere il ritmo dell’effleurage e del petrissage più veloce di quello che si farebbe in un massaggio normale può essere un motivo ulteriore per dare all’atleta delle sensazioni mentali più adatte alla performance.

Durante l’esecuzione del Massaggio Sportivo pre-evento, il massaggiatore dovrebbe evitare di usare una pressione profonda sull’atleta. Uno studio pubblicato nella British Journal of Sports Medicine ha trovato una diminuzione della produzione di forza muscolare degli estensori del ginocchio immediatamente dopo un massaggio degli arti inferiori. Spesso accade che gli atleti da pista notino che un lavoro profondo gli fa sentire i piedi “morti” e i muscoli poco reattivi.

Al momento del massaggio pre-evento, gli atleti stanno cercando di ottenere un miglioramento per la gara imminente e tecniche rilassanti di massaggio svedese possono inibire il sistema nervoso simpatico e potenzialmente compromettere la loro performance.

Inter-Evento

ll massaggio inter-evento è un massaggio eseguito tra più competizioni nello stesso giorno. Sport come nuoto, tennis, lotta, pista e campo, softball, baseball e pallavolo richiedono spesso agli atleti di competere in forma di torneo, con un breve riposo tra una prestazione e l’altra. Un massaggio inter-evento è stato dimostrato che sia uno strumento fondamentale per migliorare il recupero muscolare tra ripetuti periodi di esercizio fisico.

La differenza principale tra un massaggio pre-evento e il massaggio inter-evento è la durata. Mentre un massaggio pre-evento viene somministrato per soli 10-20 minuti, un massaggio inter-evento dovrebbe essere ancora più breve (circa 10 minuti). Questo tipo di Massaggio Sportivo dovrebbe concentrarsi sui soli muscoli principali messi sotto sforzo durante la competizione precedente. Quindi, è importante confrontarsi con l’atleta sull’evento appena finito per vedere cosa ha sentito durante di esso e personalizzare il lavoro per aiutarlo a recuperare meglio e prima possibile per essere nuovamente al massimo nella prestazione successiva.

Post-Evento

Lo scopo del massaggio sportivo post-evento è quello di aiutare l’atleta a recuperare dall’attività fisica ad alta intensità appena effettuata, ovvero quando hanno appena finito una gara o una dura sessione di allenamento. Un massaggio post-evento deve essere quindi preparato per aiutare l’atleta a recuperare dall’attività, ridurre l’affaticamento post-esercizio e ristabilire la gamma di movimenti e flusso sanguigno ai muscoli.

Il Massaggio Sportivo post-evento può anche dare all’atleta un grande aiuto psicologico. Prima di somministrare il massaggio, è importante lasciare raffreddare e reidratare l’atleta. È importante anche chiedere all’atleta di segnalare qualsiasi disagio o sensazione durante il massaggio, in modo da poter regolare la tecnica; il massaggio post-evento non dovrebbe mai essere doloroso per l’atleta.

Vantaggi

1) Migliorare la circolazione Possiamo aiutare l’atleta migliorando il ritorno venoso e la circolazione linfatica. Uno studio di ricerca ha scoperto che il massaggio miofasciale ha aiutato nel recupero della pressione arteriosa diastolica dopo l’esercizio ad alta intensità (Effects of myofascial release after high-intensity exercise: a randomized clinical trial). 2) Riduce la tensione muscolare

I muscoli utilizzati in attività ad alta intensità hanno la tendenza a rimanere a un livello più elevato di tono subito dopo l’attività. Il Massaggio Sportivo e l’allungamento possono aiutare a ripristinare la normale tensione di riposo. Un recente studio (Psychophysiological effects of massage-myofascial release after exercise: a randomized sham-control study.) ha scoperto che il massaggio riduce l’ampiezza e la potenza di EMG (attività muscolare) quando viene applicato come tecnica di recupero passivo, immediatamente dopo l’esercizio fisico.

3) Rilassa l’atleta Il Massaggio Sportivo ha vantaggi fisiologici e psicologici. Il massaggio può stimolare il sistema nervoso parasimpatico, migliorando il sistema immunitario (Massage after exercise–responses of immunologic and endocrine markers: a randomized single-blind placebo-controlled study). Ma altrettanto importante, è stato dimostrato che il Massaggio Sportivo è in grado di migliorare il livello di fatica percepito dell’atleta.

Tecnica post-evento

Il massaggio post-evento viene generalmente somministrato da 30 minuti fino a 24 ore dopo la gara o la performance. Quando si lavora con i corridori dopo una maratona per esempio ci si concentra sulle tecniche di post-evento fino a 48 ore dopo la loro corsa, a causa del grande sforzo a cui hanno sottoposto i loro muscoli. Questo massaggio deve essere breve (30 minuti) e utilizzare tecniche per migliorare la circolazione e “allentare” muscoli dopo l’attività.

Per il Massaggio Sportivo post-evento, effleurage (accarezzare) e petrissage (impastatura) sono le tecniche fondamentali, e se gli atleti non hanno subito significativi danni muscolari e non hanno dolore, è possibile utilizzare anche una pressione profonda. Nella fase iniziale è buona cosa iniziare con pressione leggera e passare gradualmente a una pressione più profonda, sempre confrontandosi con l’atleta e le sue sensazioni. In questa fase è necessario evitare ogni lavoro troppo pesante sui muscoli che hanno sicuramente subito micro-traumi alle proteine ​​contrattili.

Gli ultimi 10 minuti di una sessione di 30 minuti vanno spesi allungando i muscoli principali utilizzati durante la performance. Una combinazione di stretching statico, tecniche di energia muscolare (MET) e attiva isolata stretching (AIS), a seconda di come il cliente si sente dopo la performance è fondamentale. Questo allungamento è necessario per riportare i muscoli alle normali lunghezze di riposo dopo una faticosa attività.

In sintesi:

  • Effettuare il massaggio post-evento 30 minuti a 24 ore dopo l’evento

  • Limitare il massaggio a 30 minuti sui muscoli utilizzati nell’attività sportiva (non fatelo troppo)

  • Focus su effleurage, petrissage e dilatazione compressione

  • Confronto continuo con il cliente sugli effetti della pressione

  • Utilizzare stretching (statico, MET, AIS) per ripristinare i muscoli e riportarli alle normali lunghezze di riposo